In alto le mani per chiedere a Dio di tenere i piedi per terra.

in alto le maniSin dai primi tempi delle comunità cristiane, l’uomo o la donna che si rivolge a Dio veniva rappresentato con le mani in alto. Un atteggiamento di disponibilità di fiducia, di non attacco, l’atteggiamento di colui che attende qualcosa dall’alto, e raffigurava l’uomo che è nella pace. Nel cammino di ogni uomo c’è un momento nel quale ci si chiede davvero il senso profondo della propria fede, soprattutto quando questa richiede una risposta pratica, cioè quando si sente il desiderio di fare unità in noi tra fede e vita, è una inquietudine sana che il Signore suscita per stimolare la risposta alla nostra vocazione. “In alto le mani” vuole venire incontro proprio a questa esigenza, proponendo un cammino di fede, dove dobbiamo aspettarci che la Grazia di Dio ci insegni un metodo per orientare la nostra libertà verso la realizzazione del progetto di Dio sul mondo per quella parte che mi riguarda. Tenuto conto di questo obiettivo, per accogliere i segni della sua presenza nella nostra storia.

Percorso in sette tappe, rivolto a giovani e giovani – adulti, per coniugare vita e fede, mettersi in ascolto di Dio e di te stesso, farti le domande che contano, ritrovare senso e direzione.

Le date degli incontri per il 2016/2017:
19 novembre 2016, 3 dicembre 2016, 17 dicembre 2016, 14 gennaio 2017, 28 gennaio 2017, 11 febbraio 2017, 25 febbraio 2017 dalle 17,00 alle 20,00.

Contatti:
Sara Nannini 339 7990440